Castell’Arquato in un giorno

Castell’Arquato in un giorno

In scooter a Castel Arquato

 

Una giornata immersi nel medioevo.

Il nostro viaggio per Castel Arquato inizia come al solito in Franciacorta. Da Brescia/Cremona si prende l’autostrada A21 uscita Fiorenzuola d’Arda. Fuori dal casello si incontra subito un cartello che ci indica la strada. L’autostrada si percorre in tutta tranquillità, vogliamo evitare le oramai migliaia di rotonde, autovelox, limiti vari imposti dai comuni padani. Dopo un’ora e trenta arriviamo a destinazione.
 Castell’Arquato è un bellissimo borgo medievale . Strategicamente situato sulle prime alture della Val D’Arda, il borgo è arroccato lungo una collina e domina il passaggio. Il centro storico si è sviluppato sulla riva sinistra del torrente Arda. Il borgo è costruito secondo la struttura dei borghi medievali e anche le recenti ristrutturazioni hanno mantenuto intatto lo stile del medioevo. Degne di nota: la piazza Monumentale, l’imponente Torrione Farnesiano, il Palazzo del Duca con l’omonima fontana e la Rocca Viscontea. Nel nostro girovagare giunti davanti alla Rocca lo sguardo rimane inc
castel arquato gualtiero viola (31)
antato dalla piazza Monumentale in cui sono rappresentati i tre poteri del medioevo: il potere religioso (la Collegiata), il potere militare (la Rocca) e il potere politico (il Palazzo del Podestà). Scattare foto è un obbligo, ma se volete una foto particolare scattate in bianco e nero.
condividi questo

gualtiero1961

Gualtiero Viola ex programmatore software, formatore del personale in varie aziende, Dal 2004 al 201 si è occupato di formazione di ragazzi adolescenti nelle scuole professionali. Sono certo che dentro ognuno di noi si nasconda un talento, bisogna solo essere aiutati a scoprirlo. "Insisti e Resisti, Raggiungi e Conquisti"